Tetto

 

COPERTURE PIANE E INCLINATE

Struttura portante a vista:

E’ un sistema costruttivo dove la struttura portante rimane visibile. Il materiale utilizzato è il legno di abete lamellare GL24h opportunamente dimensionato in base alle luci di progetto. All’estradosso troveremo poi: assito di chiusura in perline di abete maschiate da mm. 20, pacchetto di isolamento secondo le necessità termiche e infine il manto di copertura.

01

 

02

 

Struttura portante multibox:

Viene utilizzato dove vi è necessità di maggior isolamento termico ed acustico (solaio a confine con locali sottostanti non riscaldati) e/o quando è preferibile un soffitto con finitura liscia.

La struttura portante è in legno abete lamellare dimensionato in base alle luci di progetto, isolamento tra i travetti con fibra di legno/fibra di canapa da 50 kg/mc. Estradosso con assito di chiusura in Osb da mm. 15 con opportuna nastratura.

Intradosso con telo freno vapore opportunamente nastrato, listellatura a passo costante per eventuale passaggio di impianto elettrico, finitura in gesso-rivestito.

03

04

 

Struttura portante massiccia a vista:

Il nome, Brettstappel significa tavole impilate.

Sono una serie di tavole messe di coltello e affiancate.

Il materiale utilizzato è abete Kvh con sezioni adeguate alle luci di progetto e fissate una alle altre meccanicamente.

Ha notevoli vantaggi: Forte impatto estetico, grosse portate, ottimi valori di isolamento acustico.

05

06

 

MANTO DI COPERTURA

In base alle esigenze tecniche ed estetiche sono possibili differenti di manto di copertura

Il manto di copertura è lo strato più esterno della copertura e presenta caratteristiche di impermeabilità e resistenza alle sollecitazioni chimiche, fisiche e meccaniche. Il manto di copertura deve avere una superficie che garantisca la stabilità di tutti gli elementi e la corretta ventilazione del sotto manto. Per il fissaggio sono in genere adottate diverse soluzioni:

Tegole laterizio o clinker

La copertura più tradizionale è quella costituita dalle tegole. La corretta sovrapposizione di questi elementi è di fondamentale importanza per garantire la tenuta all’acqua del manto di copertura. La sovrapposizione varia in base alla pendenza del tetto a falda, che a sua volta cambia in base alla zona climatica.

08

 

Tegole canadesi

E’ la tegola dalle elevate caratteristiche di flessibilità che la rendono idonea all’impiego in ambiti architettonici in cui, per la presenza di forme curve o di pendenze diverse, si richiede una soluzione in grado di adattarsi perfettamente alla forma del tetto. Il design della tegola è caratterizzato da un profilo arrotondato e un’ampia gamma di colorazioni per il perfetto inserimento del tetto nel contesto ambientale circostante.

09

Lastre aggraffate

Questo tipo di copertura si presenta particolarmente adatto per una tipologia di edilizia residenziale e di ristrutturazione, dove il manto di copertura deve essere in grado di integrarsi in modo armonioso in un contesto ben definito senza alterarne l’equilibrio estetico-architettonico.

Viene realizzato con una particolare aggraffatura, semplice o doppia, variabile in relazione alla pendenza della copertura.

10

 

Tetti verdi

Il verde pensile estensivo detto anche “tetto verde” , rappresenta un sistema tecnico per coperture verdi, caratterizzato da spessori ridotti, pesi contenuti (115 kg/mq. Saturo d’acqua) e ridotta manutenzione. La vegetazione è composta essenzialmente da una miscela di varietà di “sedum”.

11

 

Lattonerie

Bevilacqua A. srl si occupa della produzione e installazione di lattoneria in rame, acciaio, alluminio e lamiere preverniciate.

13