Carta geografica dell'Italia con la diffusione delle case in legno

La diffusione delle case in legno in Italia

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di case in legno in Italia: in particolare, l’edilizia in legno non sembra più soltanto un argomento in voga tra gli addetti ai lavori ma sta rapidamente diventando un’ipotesi concreta da prendere in considerazione per chi decide di “mettere su casa” o costruire una nuova abitazione. L’impressione è confermata dai numeri: i dati relativi a questo mercato, infatti, ne testimoniano l’espansione.

 

I dati dell’edilizia in legno

I dati statistici sull’edilizia in legno di cui disponiamo provengono dai rapporti “Case e edifici in legno” commissionati al centro studi di FederlegnoArredo (associazione di categoria a cui appartiene AB Legno) da Assolegno (l’Associazione delle industrie prime lavorazioni e costruzioni in legno) a partire dal 2014: ad aprile 2019 è uscito il terzo rapporto, che fa riferimento al mercato delle case in legno nel biennio 2016-2017, si basa sui dati forniti da 239 player del settore associati a Federlegno ed è particolarmente utile per tracciare l’evoluzione del comparto edilizio a livello nazionale a livello nazionale (in realtà il mercato è ancora più ricco, considerando che molti operatori non fanno parte di Federlegno).

I numeri in questione ci dicono che nel 2017 le case in legno hanno rappresentato il 7% delle nuove abitazioni costruite in Italia: 3.200 nuovi edifici su tutto il territorio nazionale (di cui il 90% a scopo residenziale), con un +9,9% rispetto all’anno precedente. Questa nuova ondata di permessi di costruire per case in legno ha collocato l’Italia al quarto posto tra i Paesi europei per la produzione di edifici prefabbricati in legno, preceduta soltanto da Germania, Inghilterra e Svezia: non per nulla, le nazioni da cui proviene la maggiore fornitura del legname strutturale a livello europeo.

Dal punto di vista della quota di mercato, anche il valore della produzione mostra un incremento costante anno dopo anno: oggi il settore delle costruzioni in legno in Italia vale circa 698 milioni di euro, in controtendenza rispetto alla contrazione che invece l’edilizia tradizionale continua ad evidenziare. E, quasi sorprendentemente, l’Italia si inizia ad affermare come Paese esportatore di case in legno: persino in Germania, come fa notare con un pizzico di giustificato orgoglio il presidente di FederlegnoArredo Emanuele Orsini.

 

Dove sono più diffuse le case in legno?

Secondo il terzo rapporto Case e edifici in legno di FederlegnoArredo, la regione italiana con più case in legno è la Lombardia, dove si concentra il 22% delle costruzioni residenziali in bioedilizia presenti in Italia, seguita dal Veneto con il 19%, dal Trentino-Alto Adige con il 12% e dall’Emilia-Romagna con l’11%. Questo risultato – a cui abbiamo contribuito concretamente anche noi di AB Legno con le numerose case e ville in legno realizzate in provincia di Varese – mostra una netta distribuzione delle case in legno soprattutto nel nord Italia, che si dimostra un territorio particolarmente pronto a recepire i vantaggi degli edifici in legno e ad investire nella bioedilizia: la presenza dell’Emilia-Romagna, inoltre, testimonia come le case in legno stiano cominciando a prendere piede anche nelle zone non prettamente montane.

La diffusione delle case in legno nel centro e sud Italia, pur con valori decisamente più contenuti, è in continua crescita: 3% Liguria, 4% Toscana, 6% Marche, 3% Lazio, mentre tutte le altre regioni sommate insieme raggiungono un 8%.

 

Dove si trovano i costruttori di case in legno?

Il predominio del nord Italia emerge anche considerando la distribuzione geografica delle aziende che costruiscono case in legno: il Trentino-Alto Adige, per storia e tradizione, è la regione con la maggiore concentrazione di costruttori di case prefabbricate (24%); sul podio troviamo di nuovo, e con una quota molto significativa, Lombardia (22%) e Veneto (15%). L’aumento della domanda a livello territoriale, sempre più sostenuta anche dal settore pubblico con la realizzazione di scuole, uffici comunali e impianti sportivi in bioedilizia, determina la crescita del numero di aziende che si occupano di progettazione e costruzione di edifici in legno.

Potrebbe interessarti anche
30 Dic

Cos’è la certificazione S.A.L.E. per le case in legno

Oltre al riconoscimento del rispetto degli standard costruttivi CasaClima e Passive House Institute, i più importanti riferimenti per i costruttori di edifici in legno, AB Legno può offrire a tutti i...

Lascia un commento

* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
sei interessato?

richiedi un appuntamento

Compila i campi seguenti, i nostri esperti si metteranno immediatamente in contatto con te.

area di interesse *
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.
* Ho letto e accetto la Privacy Policy.
I campi contrassegnati da asterisco sono obbligatori.